Musica per la pace e l’armonia – dai 3 ai 5 anni

Musica per la pace e l’armonia – dai 3 ai 5 anni

Tutti i bambini hanno talento.

Tutti i bambini hanno talento.
Il suo sviluppo dipende dall’ambiente in cui crescono

Si dice che la musica sia un linguaggio universale, perché, con la creazione e l’ascolto di suoni e canti, permette a tutti di esprimersi e fa comunicare tra loro anche persone che non parlano la stessa lingua.

Shinichi Suzuki, fondatore del metodo Suzuki, scoprì che il bambino aveva le stesse potenzialità infinite per l’apprendimento di una disciplina e della propria lingua madre. Dimostrò che si poteva insegnare ad un bambino così come gli si insegna a parlare.

Se un bambino nasce e cresce in Italia, imparerà a parlare italiano, se un bambino nasce e cresce in Giappone, parlerà giapponese, ma non solo, se un bambino cresce a Napoli, parlerà perfettamente napoletano. Anche se questo bambino non riuscirà ad essere bravo in matematica a scuola, sarà perfettamente in grado di parlare napoletano con accenti e intonazioni perfetti!

Maestro Suzuki ha considerato quanto fosse meravigliosa questa capacità dei bambini, ed ha compreso che il percorso naturale per l’apprendimento della lingua madre è un metodo completo per qualsiasi studio, più efficace di qualsiasi altro metodo esistente. Ha osservato le condizioni e gli elementi importanti che creano questo metodo naturale in famiglia, grazie al quale tutti i bambini parlano perfettamente la propria lingua, come viene insegnato loro in famiglia, in dialetto e con caratteristiche personali peculiari del linguaggio dei loro genitori e della gente locale.

Quando un neonato pronuncia la sua prima parola per esempio, maaa (mamma), riceve lodi, applaudi e incoraggiamenti, e tutti i genitori non hanno dubbi sul fatto che il loro bambino prima o poi saprà parlare la loro lingua, e gli ripetono
continuamente la parola con la pronuncia corretta (la mamma gli ripete tantissime volte “mamma”, finché il bambino finalmente riuscirà a pronunciarla correttamente). Nessuno dice al neonato, “Hai pronunciato male. Non sai parlare”, o “Non sei bravo”, al contrario viene educato con pazienza, con gioia e con piena fiducia, e gli viene offerto un perfetto esempio da imitare (al di là delle loro competenze linguistiche, i famigliari sono i suoi maestri della lingua madre, a partire da quando il piccolo ascolta le loro voci nella pancia della mamma, quindi ancor prima di nascere!) Con la partecipazione obbligatoria di un genitore o un sostituto
La musica, in giapponese si chiama “Ongaku(音楽)”, on significa suoni, gaku significa gioire, quindi, la musica è una
via della gioia con suoni. (Tutti gli studi e tutte le discipline sono vie della vita che ci aiutano a crescere quando ci diamo
da fare). Ci aiuta a costruire fiducia in noi stessi e ci arricchisce con un altro linguaggio con cui poterci esprimere.
In questo laboratorio musicale potrò offrire ai bambini e ai genitori una buona introduzione del percorso con il metodo
Suzuki.

Sono sicura di poter seminare la gioia di fare la musica, e di offrire un contributo alla costruzione di pace ed armonia
nel cuore di ognuno.

Partecipazione obbligatoria di un familiare.

24-25-26-27-28 Luglio 2018 – ore 10:00 – 12:00
Docente: Sonoko Tanaka
Quota iscrizione e partecipazione: euro 20,00
N. posti disponibili: 10 max.